Giovedì con l'autore

gen 18. mag 30.

Presentazioni di libri e incontri con l'autore in biblioteca.

Data
18 gennaio 20242024-01-18T08:30:00 - 30 maggio 2024 2024-05-30T08:30:00
Ora
20.30 2024-01-18T08:30:00 - 20.30 2024-05-30T08:30:00
Luogo
Biblioteca civica "G. Tronchin"

GIOVEDÌ 18 GENNAIO ALLE 20.30

Orlando Ciprian
"NIZHNEVARTOVSK. Bassopiano siberiano"

L'autore, tecnico dell'impresa specializzata ITALTEL, parte per la Siberia il 29 settembre 1992 designato a collaudare un'importante centrale nella città di Nizhnevartovsk sita nel Bassopiano Siberiano. Qui descrive la città fondata solo settant'anni prima sulle rive del fiume Ob, il più grande della Siberia, e narra dei suoi abitanti e della vita di privazioni che sono costretti a patire in un difficile periodo di transizione politica e in un clima oltremodo ostile. Lo scrittore racconta in questo diario, delle proprie esperienze e difficoltà che ha dovuto affrontare per svolgere il proprio lavoro e per adattarsi a vivere in quel mondo dove anche un chiodo arrugginito aveva il suo valore.

GIOVEDÌ 1 FEBBRAIO ALLE 20.30

Monique Pistolato
"I PIEDI NELLA SABBIA"

Giovanni è un medico del pronto soccorso, barbuto e ruvido, vive con Matteo un bambino che porta dentro di sé un drammatico segreto. Viola è una giornalista precaria, si destreggia tra il procacciarsi notizie, ritardi e una vita incasinata. Le loro esistenze si incrociano sotto i cieli della laguna scoprendo, in un viaggio tra passato e presente, il potere dei legami.
Una storia sincera costruita sulla partecipazione corale, narrata con delicatezza ed eleganza, che si dipana dentro la città più bella del mondo.

GIOVEDÌ 15 FEBBRAIO ALLE 20.30

Andrea Crestale
"UN'ONDA"

Da alcuni mesi Francesco è a casa da solo, dovrebbe partire, ma non riesce a farlo. Laura è lontana per lavoro e lui, dopo un primo breve viaggio, tarda a ritornare da lei. Anche il suo lavoro di scrittore non va avanti. Qualcosa lo blocca. Finalmente i consigli di vecchie e nuove amicizie riescono a smuoverlo e così si avvia, in moto, in quel viaggio che da tempo pensava di intraprendere per raggiungere la sua compagna. Sarà una lenta presa di coscienza che, attraversando l’Italia, lo porterà tortuosamente verso la meta. Senza fretta, assecondando gli incontri e le casuali deviazioni. Scoprirà così l’origine delle sue angosce e cosa del suo mondo è cambiato. Riuscirà anche a concludere il suo libro.

GIOVEDÌ 29 FEBBRAIO ALLE 20.30

Francesco Cannadoro
"COME I BAMBINI SOTTO IL LENZUOLO"

Federico ha un segreto, un sacco di difetti, tutto da perdere, e ignora quanto ha da guadagnare.
Una storia che mette in luce la complessità dell'amore genitoriale in relazione alla disabilità di un figlio, l'importanza di trovare il coraggio di affrontare le proprie paure più profonde in nome di quell’amore, e l’ineluttabilità delle conseguenze delle nostre azioni.

Il 29 febbraio è la giornata mondiale delle malattie rare. Nell’occasione l’Amministrazione Comunale organizza un incontro con Francesco Cannadoro, noto scrittore, caregiver, comunicatore, che presenterà il suo ultimo libro "Come i bambini sotto il lenzuolo" e nell’occasione si parlerà di questa difficile e delicata tematica, con la partecipazione delle associazioni Braccio di Ferro, In cammino con Lavinia e il Sorriso di Giovanni.

GIOVEDÌ 14 MARZO ALLE 20.30

Federico Moro
"LA GRANDUCHESSA"

Bianca Cappello, donna di grande personalità, colta, intelligente, bellissima: qualità che diventano colpe nell’Italia del Rinascimento. Educata dalla madre, Pellegrina Morosini, a essere libera e indipendente, è convinta di avere diritto a governare il proprio destino con la certezza, anche se patrizia veneziana e Granduchessa di Toscana, di dover sempre lottare per conquistarselo. Sullo sfondo dei grandi conflitti che insanguinano l’Europa e delle lotte di potere nella Venezia dei Dogi e nella Firenze dei Medici, la storia esemplare di chi ha dimostrato di saper usare una mente raffinata, senza per questo mai rinunciare alla forza dei sentimenti. Un’avventura esistenziale affascinante ed esemplare, un racconto su cui emozionarsi e meditare.

GIOVEDÌ 28 MARZO ALLE 20.30

Walter Basso
"GLI ANGELI DEI MUSI NERI NELLE MINIERE DEL BELGIO"

Un libro, uno dei primi, interamente dedicato alle donne
che dal ‘46 in poi sono state al fianco (madri, mogli, vedove,
figlie) dei nostri minatori in Belgio che comportò la morte di
circa 1500 uomini in incidenti e circa 40.000 negli ospedali
per la silicosi dal ’46 al ‘63. Donne eroiche che hanno sofferto,
pianto, ma anche sorriso e lottato per integrarsi ma mai
ringraziate da nessuna istituzione italiana. Per i loro sacrifici
e la loro dignità e coraggio non esiste nessun monumento,
nessun riconoscimento. Questo volume totalmente scritto
per loro è diviso in tre parti: la prima dedicata dal fenomeno
della “discriminazione di genere” di cui la donna è stata
vittima da sempre, la seconda dove si analizzano tutti i
problemi incontrati con l’emigrazione (vita nelle baracche,
solitudini, nuova cucina, pulizie diverse, lingua da imparare,
cultura diversa, terrore per la pericolosità del lavoro degli
uomini, la vedovanza per molte ecc.) La terza parte infine è
formata dalle interviste in Vallonia e nel Limburgo (e in Italia)
a famiglie che ricordano le vite delle loro madri o nonne. Tra
le tante anche l’intervista a Rocco Granata il cantautore italo
belga che ha scritto e cantato la canzone “Marina” una delle
canzoni italiane più vendute al mondo. Evidenziate le
differenze di vita degli italiani in Vallonia e nelle Fiandre.
Scritto in modo molto semplice a adatto a tutti.